La giornata del 22 aprile coincide con la Giornata della Terra, la più importante e conosciuta manifestazione al mondo sull’ecologia e la protezione dell’ambiente.
Nel 1969 – durante una conferenza Unesco a San Francisco – John McConnel, attivista per al pace, ha proposto una giornata per onorare la Terra e il concetto di pace.
Questa giornata di equilibrio della natura vede il suo “giorno 1” il 22 aprile del 1970 :  parteciparono attivamente alla manifestazione milioni di cittadini statunitensi, coinvolgendo migliaia di college, università e altre stituazioni accademiche. Pur partendo come movimento universitario, nel corso del tempo, la Giornata della Terra è diventata un momento di riflessione, un avvenimento educativo per tutto il pianeta. che mira ad evidenziare la necessità di conservare le risorse naturali della Terra.
L’uomo, pur rappresentando una parte quasi insignificante delle forme di vita esistenti sul pianeta ha fatto, nel corso dei secoli, danni tali da mettere a rischio la sussistenza della Terra: andrebbero identificate soluzioni che permettano di eliminare gli effetti negativi delle attività dell’uomo, primo fra tutte il riciclo dei materiali, la conservazione delle risorse naturali (petrolio e gas fossili) il divieto d’uso per i materiali chimici più dannosi, la cessazione della distruzione di habitat unici e fondamentali come i boschi umidi e la protezione di tutte le specie a rischio.
A prescindere dall’etnia, dal sesso, dalla parte del mondo in cui viviamo, dalle risorse economiche che abbiamo a disposizione, dovremmo avere diritto ad un ambiente sano, equilibrati e sostenibile.
Ma dobbiamo comprendere che tutto parte da ognuno di noi, ciascuno è responsabile del suo piccolo pezzetto di mondo: tra i consigli da mettere in atto subito, per aiutare il pianeta, sicuramente quello di seguire con attenzione le indicazioni per la raccolta differenziata, per rendere più semplice ed economico il riciclo dei materiali.
Tra le altre azioni salva pianeta:
  • utilizzare lampadine a basso consumo
  • utilizzare con parsimonia l’acqua, evitando di lasciare il rubinetto aperto quando non necessario
  • utilizzare il più possibile i mezzi pubblici, ma anche usare piedi e bicicletta per gli spostamenti brevi
  • fare attenzione ai rifiuti speciali quali batterie, computer, smartphone e tablet (da consegnare nei centri di raccolta)
  • fare attenzione scegliendo elettrodomestici a basso consumo contrassegnati da categoria A
  • limitare l’uso di condizionatori e riscaldamento, ricordando che questi supporti dovrebbero essere regolati su un intervallo di 5 gradi (in più o in meno secondo le esigenze stagionali) rispetto alla temperatura esterna per ridurre i consumi e ottimizzare la resa.
Il pianeta è la nostra casa, facciamo in modo di salvaguardarla, sensibilizzando soprattutto i più piccoli così da offrire loro un modo che saranno in grado di proteggere a loro volta.
Buona Giornata della Terra a tutti!
Stefania La Badessa
Stefania La Badessa

Stefania La Badessa, nota sul web con il nome del suo alter-ego Fitogirl, è una farmacista calabrese, scrittrice, pubblicista, esperta di piante medicinali e medicine complementari – note fino a qualche tempo fa come “alternative” e più recentemente definite “integrate” – che poi è una definizione generica per racchiudere tutte le varie tipologie di cura naturali, dall’omeopatia all’ayurveda, dall’agopuntura al reiki.